Yongnuo 622C - Recensione


Oggi parliamo dei trigger YN-622C, o piu' semplicemente 622C per gli amici. Dove C indica la versione che ho, per

Canon, che può essere sostituita dalla lettera N, in caso siano in versione per macchine Nikon. Comprati usati da un amico fotografo, erano quello che mi serviva per poter usare i flash off-camera, quindi a distanza dalla macchina fotografica, per poter creare i set di luci che si desiderano. La bellezza di questo gioiellino Yongnuo, è che.. sono tutti quanti rice-trasmettitori, e capiscono da soli quando sono posti sotto ad un flash (e quindi ricevere) oppure sopra ad una macchina (e quindi trasmettere): per impostarli, è ovviamente necessario entrare nei menu' della macchina e settarli, ma.. c'è anche una versione che è solo TX, solo trasmettitore.

Questo, ha il vantaggio di avere un display molto leggibile che indica i nostri 3 gruppi di flash, mostrandone potenza e ampiezza della parabola: sotto lo schermo ci sono pochi tasti, tanto semplici che rendono immediata la possibilità di cambiare le impostazioni. Io solitamente imposto gruppo A per la luce principale, B per la luce di riempimento e C per la Rim light, ma ognuno ha le sue preferenza: il fatto di avere tutto "sotto mano" mi consente di impostare le potenze che desidero in pochi secondi.

Funzionano a onde radio, e hanno una grandissima portata: indicativamente, addirittura 100 metri (piu' che sufficienti per qualunque tipo di foto). Funzionando a 2.4 Ghz, una frequenza abbastanza abusata, alcuni lamentano interferenze (e quindi si riduce il loro raggio d'azione. Io non ho mai avuto problemi nei 5-10 metri di uso abituale), ma li uso da un paio d'anni e non ho avuto problemi di sorta (l'unico inconveniente è che sono dei gran bei trigger e per questo usati da molte persone: nelle fiere Cosplay, come a Lucca, a volte qualche fotografo distante decine di metri me li faceva scattare quando fotografava con i suoi, ma.. sono problemi minori degli eventi con migliaia e migliaia di persone!).

Ma perchè sono così belli e usati ?

Beh, iniziamo dalla loro alimentazione: funzionano con batterie AA (le classiche Stilo). Quindi potete usare le stesse batterie del telecomando di casa e dei flash (chi non ha una scorta di batterie dei flash?) anche su questi trigger, e usare un solo tipo di caricabatterie: addio piu' tipi di batterie, e piu' caricabatterie !! Fra le caratteristiche, possono comandare i flash in E-TTL, in Manuale o in Strobo. Possiamo usare l'High Speed Sync, o HSS (se, ovviamente, supportato dal flash): cioè scattare a tempi piu' rapidi del tempo di sincro della macchina (ad esempio piu velocemente di 1/250 di secondo della 80D, piu del 1/180 di secondo di una Canon 6D) andando molto oltre, addirittura fino a 1/8000 di secondo. Questo è necessario, fondamentale, per scattare di giorno perchè ci consente di abbassare notevolmente la luce ambiente e fare quello che vogliamo con la luce dei flash !!

Ho scritto i dettagli che ritengo piu' utili ed interessanti di questi trigger, spero di avervi fatto capire quanto ne sia contento.. e voi, quali usate ??

/Blog e tutorial

Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square