December 17, 2017

September 22, 2017

July 21, 2017

January 12, 2017

December 29, 2016

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

Come scattare - Il triangolo dell'esposizione

November 2, 2016

Quando premiamo il pulsante di scatto della nostra macchina fotografica,  la luce attraversa l’obiettivo e colpisce il sensore imprimendogli un'immagine. In realtà la cosa è un pò piu' complessa, ma per farla semplice, scattare una foto quindi significa catturare la luce che proviene dalla scena che stiamo inquadrando: la misura della quantità di luce che colpisce il sensore è detta esposizione.

Una foto è sottoesposta quando alcuni dettagli vengono persi poiché la luce che colpisce il sensore è troppo poca;
Una foto ha una corretta esposizione quando il soggetto, o i soggetti, che stiamo inquadrando, hanno un certo valore di luminosità, che la rendono ben visibile e leggibile;
Una foto è sovraesposta quando alcuni dettagli vengono persi a causa di una quantità eccessiva di luce che raggiunge il sensore (si "bruciano" certe zone);

Ecco una foto nei 3 esempi (sottoesposta, diciamo ad esempio 100 ISO, correttamente esposta, diciamo a 200 ISO, sovraesposta, diciamo a 400 ISO) :

 

 

I parametri che regolano l’esposizione sono 3:

  • apertura (o diaframma), indica la dimensione dell’apertura del diaframma, che si trova all’interno dell’obiettivo, nel momento in cui si scatta la foto (maggiore è l’apertura, maggiore è la quantità di luce che entra);

  • tempo di esposizione, indica l’intervallo di tempo durante il quale l’otturatore rimane aperto (più lungo intervallo di tempo, maggiore è la quantità di luce che entra);

  • ISO, indica la sensibilità alla luce del sensore.

Assieme, apertura, tempo di esposizione e ISO formano il triangolo dell’esposizione.

L'esposimetro della macchina fotografica ci darà un suo parere su quando le impostazioni che abbiamo selezionato ci faranno ottenere una foto correttamente esposta, ma per un Fotografo è fondamentale sapere come questi tre parametri interagiscano tra loro e come concorrano a creare una corretta esposizione.

Inoltre, essi influiscono considerevolmente sull’estetica della foto. Di conseguenza una loro conoscenza approfondita permette un maggior controllo creativo e qualitativo sulle foto.

I tre parametri nel triangolo dell’esposizione sono strettamente legati tra loro.

Infatti, per far sì che la stessa quantità di luce raggiunga il sensore possono essere utilizzate molteplici combinazioni di apertura, tempo di esposizione e ISO.
Per esempio quando aumentiamo il tempo di esposizione, possiamo ottenere la medesima esposizione diminuendo l’apertura e lasciando invariata l’ISO. Se invece aumentiamo l’ISO, potremo diminuire il tempo di esposizione lasciando invariata l’apertura, e così via.

Ovvero, se la macchina ci dice che una foto è correttamente esposta a:

Iso 100
Tempo: 1:125
Diaframma: f4.5

Per logica, potremmo ottenere la stessa identica foto impostando:

Iso 200 (raddoppia la sensibilità alla luce)
Tempo: 1/250 (dimezza il tempo di esposizione, così compensa la sensibilità doppia)
Diaframma: f4.5
 

Messo così, il discorso riguardante il triangolo dell’esposizione sembra piuttosto semplice: si tratta di un puro gioco aritmetico alla ricerca della giusta combinazione tra tempo di esposizione, apertura e ISO, per cui inoltre sono disponibili molte soluzioni equivalenti.

Ovviamente, non è così, o meglio: non è così semplice, perchè la modifica dei tre parametri dell’esposizione comporta diversi risultati estetici nelle fotografie.
Ad esempio, incrementare l’ISO causa un aumento del rumore, che è più visibile quando nella foto sono presenti toni scuri (per esempio un cielo notturno).
Ad esempio, incrementare il tempo di esposizione a 1/30 di secondo per fare una foto ad un bambino quando c'è poca luce, è una pessima idea perchè verrà mosso.
Ad esempio, se usiamo un tempo "rapido" come 1/125 di secondo per ritrarre Piazza Duomo a Milano ci lascerà vedere anche una marea di persone in mezzo, e allora sarebbe opportuno fare una foto da 30 secondi, per vederle svanire come fantasmi.  
Ma ci arriveremo, un argomento alla volta.
Spero che abbiate tratto vantaggio dalla lettura di questo post. Fatemi sapere cosa ne pensate nella sezione dei commenti.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

/Blog e tutorial